BicIncontri – titoli di coda

E’ andata, si è conclusa la prima edizione di BicIncontri. Piccola rassegna di incontri con autori, pedalatori più o meno forti, uomini di sport, persone che han qualcosa da raccontare.

Partiamo dalla fine, dall’ultima stupenda serata regalateci dal duo Ballestracci-Cecchetto.

Non la classica presentazione di un libro, ma un vero e proprio spettacolo con la voce blues di Marco Ballestracci che ti porta sulla canna della bici del Cannibale a 55km/h sui listelli in legno del Vigorelli, con Imerio Massignan instancabile scalatore, con il Diavolo Rosso Gerbi che sconquassa la processione della Madonna. Tra un protagonista e l’altro, Claudio Cecchetto e la sua fisarmonica incantano. Alla fine ci si ritrova con la libreria intera che canta Azzurro di Paolo Conte! Grazie ai due, splendida serata.

Nella serata di mezzo abbiamo conosciuto Davide Stanic, uomo di sport e appassionato scrittore che ci ha portato nella sua “lucida follia a pedali” cercando di trovare i motivi e i significati delle partecipazioni alle ultramaratone ciclistiche. Stanic ci ha dato uno spaccato dei diversi volti dell’ultracycler. Leggetelo il libro, ne vale la pena!

Nella serata di apertura ci siamo tuffati in un viaggio stupendo, dalla costa ovest alla costa est degli Stati Uniti, in bici, in autonomia, senza supporto. Una infinità di chilometri e di metri di dislivello, vissuti con circa 350km di percorrenza giornaliera per tre settimane filate in sella con Giorgio Murari.

Un grazie a tutti, a Marina della libreria Fahrenheit, che dopo aver assistito alle serate si è sentita in dovere di far almeno un giorno di sport. Questo già basta per dir che è stato un successo. Ma anche sentir che i bimbi presenti alla prima serata, il giorno dopo a scuola, hanno raccontato delle avventure di Giorgio Murari. E sarebbero sufficienti le chiacchierate con il bicchiere in mano, dopo le serate per dir che ne è valsa la pena!

Grazie a tutti!

Ci si rivede il prossimo anno, ovviamente c’è già qualcosa che bolle in pentola!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.